SETTIMANA DELL’ORGANO

X Edizione | Roma, San Luigi dei Francesi - Trinità dei Monti | 9—21 maggio 2017

martedì 9 maggio 2017, ore 21:00 | San Luigi dei Francesi

Serata per i 10 anni della Settimana dell’Organo

Nicolas de Grigny (1672–1703)

Pange Lingua

Grand plein jeu en taille

Fugue à 5

Daniel Matrone

Godefroy de Sevin

Sub tuum praesidium

Coro del Seminario Francese - direttore: Godefroy de Sevin

Baldassare Galuppi (1706–1785)

Sonata I in fa maggiore
(adattamento all'organo di Livia Mazzanti)

Nino Rota (1911–1979)

Due Valzer sul nome di BACH
(adattamenti all'organo di Livia Mazzanti)

Livia Mazzanti

César Franck (1822–1890)

Offertoire in mi minore (da “L’Organiste”)

Daniel Matrone, harmonium

Francis Poulenc (1899–1963)

da “4 Petites prières de Saint François d'Assise”: I e IV

Coro del Seminario Francese - direttore: Godefroy de Sevin

Daniel Matrone

Choral “Was Gott tut, das ist wohlgetan” per due organisti

Daniel Matrone e Davide Conflitti

Ave Maris Stella

Coro del Seminario Francese - direttore: Godefroy de Sevin
con improvvisazione all’organo di Livia Mazzanti e Daniel Matrone

venerdì 12 maggio, ore 21:00 | San Luigi dei Francesi

Jean Guillou

Jean Guillou

Jean Guillou, organista titolare della chiesa di Saint-Eustache a Parigi dal 1963, è un musicista straordinario ed eclettico. Interprete di rilievo, è riconosciuto anche come uno dei più importanti compositori del nostro tempo. Ha al suo attivo più di 83 composizioni, scritte per strumenti solisti, voce, formazioni cameristiche e per grande orchestra (tre sinfonie, otto concerti per organo e orchestra) tra cui compaiono originali abbinamenti dell’organo col pianoforte, le percussioni, gli ottoni, i flauti e la voce. Ha inoltre contribuito ad allargare il repertorio organistico con una serie di ragguardevoli trascrizioni di opere di diversi autori quali Liszt, Mussorgsky, Stravinsky, Tchaikovsky e Prokofiev. L’insieme delle sue opere e delle sue trascrizioni è pubblicata da Schott Music e numerose sono le sue incisioni discografiche per Universal-Philips, Decca, CBS, Dorian, Festivo, Augure, salutate da grandi successi di critica («La sua arte è al contempo attraente e impressionante trascendendo la tradizione senza esserle infedele», Le Figaro). Creatore proteiforme, Jean Guillou è anche autore di musiche per il cinema, il teatro e la scena: in particolare ha collaborato con Marcel Marceau e Jean-Louis Barrault. Riguardo alla sua attività di teorico vanno segnalate le opere L’orgue souvenir et avenir (Symétries, edito in Italia da Carrara, L'organo, memoria e futuro) e La musique et le geste (ed. Beauchesne); si deve a lui la concezione di nuovi strumenti come quelli all’Alpe d’Huez, a Roma (Sant’Antonio dei Portoghesi), Napoli (conservatorio), Bruxelles (Chant d’Oiseau), Zurigo (Tonhalle), Tenerife (auditorio) e Leon in Spagna. Ai suoi scritti, già pervasi di qualità letterarie, si è aggiunta nel 2014 la raccolta di poesie Le Visiteur (ed. Christophe Chomant). La sua attività d’insegnamento, che dispensa da decenni in ogni parte del mondo ed in particolare da più di 35 anni nella Master Class di Zurigo, ha fatto scuola portando alla formazione di alcuni dei migliori organisti delle nuove generazioni.

Jean Guillou

Hypérion (IV movimento: Agni-Ignis)

Georg Friedrich Händel (1685–1759)

Concerto n. 1 in sol minore
Adagio - Allegro (cadenza di Jean Guillou)

César Franck (1822–1890)

Pièce Héroïque

César Franck (1822–1890)

Pièce Héroïque

Franz Liszt (1811-1886)

Fantaisie et Fugue sur B.A.C.H.

domenica 14 maggio, ore 21:00 | San Luigi dei Francesi

Dexter Kennedy

Dexter Kennedy

Grand Prix d’interprétation al “Concours international d’orgue de Chartres” nel 2014, Dexter Kennedy è internazionalmente riconosciuto come uno dei migliori organisti del nostro tempo, elogiato per la sua “tecnica prodigiosa” e la sua “spiccata musicalità” (The American Organist).
Insegna organo e clavicembalo al College of Wooster in Ohio e svolge un’intensa attività concertistica sia in nord America che in Europa (in particolare, Washington, National Cathedral; New York, St. Thomas Church 5th Avenue; Boston, Old West Church; Berlino, Berliner Dom; Chartres, Notre-Dame, Bratislava, Reduta Bratislava; Chichester, Cathedral Church of the Holy Trinity; Reykjavik, Hallgrimskirkja; Carcassonne, Saint-Nazaire; Granada, Auditorio Manuel de Falla; Torino, Santa Rita da Cascia; Echternach, Saint Willibrord; Malmö, Sankt Andreas kyrka). Nell’estate del 2015 ha collaborato con la Boston Symphony Orchestra diretto da Bramwell Tovey e Ludovic Morlot.
Tra i suoi prossimi impegni, oltre a concerti in America e alla cattedrale di Notre-Dame a Strasburg e all’abbazia di Saint-Étienne a Caen, ci sono il Canadian International Organ Competition Festival e il St. Albans International Organ Festival. Il 2018 vedrà il suo debutto concertistico alla chiesa di Notre-Dame a Parigi.
Dexter Kennedy ha compiuto i suoi studi con James David Christie all’Oberlin Conservatory of Music (Artist Diploma) e alla Yale University School of Music and Institute of Sacred Music (Masters Degree) oltre che con Martin Jean, Olivier Latry e Jeffrey Brillhart.
Attualmente ricopre il ruolo di Assistant Organist alla Christ Church Grosse Pointe in Michigan.

Gabriel Pierné (1863–1937)

Trois Pièces, op. 29

Gaston Litaize (1909–1991)

da Douze Pièces: Lied

Charles-Marie Widor (1844–1937)

dalla Symphonie Gothique, op. 70: Andante sostenuto

César Franck (1822–1890)

Corale in mi maggiore

Jean Langlais (1907–1991)

dalla Suite Brève: Cantilène

Louis Vierne (1870–1937)

dalla Terza Sinfonia: Adagio

Maurice Duruflé (1902–1986)

Prélude et fugue sur le nom d'ALAIN, op. 7

martedì 16 maggio, ore 21:00 | Trinità dei Monti

Daniele Dori

Daniele Dori

Daniele Dori, nato a Siena nel 1987, si è diplomato col massimo dei voti in Pianoforte presso l’Istituto Musicale Pareggiato “F. Vittadini” di Pavia con A. Turini, in Organo, con Giancarlo Parodi presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma (dove ha inoltre studiato canto gregoriano, improvvisazione organistica, direzione corale e basso continuo con I. Bianchi, M. Manganelli, D. Saulnier, A. Turco, T. Flury, W. Marzilli, V. Miserachs Grau e F. Del Sordo) e in Composizione presso il conservatorio “L. Cherubini” di Firenze con R. Becheri. Si è specializzato con insegnanti di livello internazionale come Olivier Latry, Ludger Lohmann, Gerhard Gnann, Luca Scandali, Guy Bovet ed altri.
Svolge una brillante e intensa attività concertistica che lo ha visto esibirsi in importanti festival in tutta Italia e in Francia, Bulgaria, Danimarca, Germania, Olanda, Cipro, Svizzera.
Nel 2012 è stato nominato Primo Organista della Cattedrale di Firenze.
È direttore artistico del Festival “Harmonia Sæculi” che annualmente si svolge sugli Organi della Diocesi di Fiesole. Collabora frequentemente con importanti enti musicali quali Maggio Musicale Fiorentino, Fondazione Guido d’Arezzo, Fondazione Domenico Bartolucci.
Come compositore ha all’attivo opere vocali e strumentali tra cui Il Fiore di Maria, cantata per la Cattedrale di Firenze per soli, coro, organo e orchestra e Concerto per organo e orchestra (eseguito nel 2015 presso la Sala del Buonumore di Firenze diretto dal M° Enrico Lombardi con la partecipazione dell’Orchestra del Carmine).
È docente di Solfeggio, Pianoforte, Armonia, Organo e Canto Corale presso l’Accademia Musicale Valdarnese e presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Fiesole. Dall'Ottobre 2015 è Docente di Teoria e Solfeggio presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Felix Mendelssohn Bartholdy (1809 – 1847)

Sonata in do minore, op. 65 n. 2

César Franck (1822–1890)

Prélude, Fugue et Variation, op. 18

Joseph Gabriel Rheinberger (1839–1901)

dalla Sonata n. 11 op. 148 in re minore: Cantilène

Marco Enrico Bossi (1861–1925)

Redemption, op. 104 n.5

Alexandre Guilmant (1837–1911)

Méditation pour orgue, op. 20 n. 2

Domenico Bartolucci (1917–2013)

dal Trittico Mariano: Toccata (Salve Regina)

Gordon Young (1919–1998)

Baroque Suite

venerdì 19 maggio, ore 21:00 | Trinità dei Monti

Vincent Warnier

Vincent Warnier

Ottenuto il Grand Prix d’interprétation al Concours international d’orgue de Chartres nel 1992 e, quattro anni più tardi, nominato organista della chiesa di Saint-Étienne-du-Mont a Parigi – dove succede a Maurice e Marie-Madeleine Duruflé insieme a Thierry Escaich – Vincent Warnier si è imposto come una delle figure di spicco della scuola organistica francese.

Formatosi al Conservatoire national de région de Strasbourg e al Conservatoire national supérieur de musique et de danse de Paris con André Stricker, Daniel Roth, Michel Chapuis, Olivier Latry e Marie-Claire Alain, ha inoltre compiuto i suoi studi in musicologia alla Sorbonne e ottenuto l’Agrégation.

Ha realizzato una ventina di dischi, molti dei quali per Intrada, che gli sono valsi critiche lusinghiere e che testimoniano l’eclettismo del suo talento (ha inciso musiche di Bach, Mendelssohn, Widor, Franck, Duruflé e anche di autori contemporanei quali Éric Tanguy, Thierry Escaich e Jacques Lenot).

Dal 1997 è anche organista della cattedrale di Notre-Dame di Verdun e svolge un’intensa attività concertistica in Francia e all’estero (in particolare, di recente si è esibito nelle cattedrali e nelle sale da concerto di Amsterdam, Lucerna, Tokyo, Parigi, Berlino e Budapest).

Collabora regolarmente in radio con France Musique, ha partecipato alle trasmissioni di Benjamin François (Le Jardin des critiques, Sacrées Musiques) e di Renaud Machart (Le Matin des musiciens), con il quale attualmente prosegue la collaborazione nel programma Le Mitan des musiciens.

È organista en résidence dell’Auditorium-Orchestre national de Lyon per due stagioni dal settembre 2013.

Johann Sebastian Bach (1685–1750)

Fantasia in sol maggiore, BWV 572

Corale «Meine Seele erhebt den Herrn», BWV 648 (Schübler)

Corale «Ach bleib’ bei uns», BWV 649 (Schübler)

Robert Schumann (1810–1856)

Studio in forma di canone in mi maggiore, op. 56 n. 3

Studio in forma di canone in la bem. maggiore, op. 56 n. 4

César Franck (1822–1890)

Deuxième Choral

Alexandre-Pierre-François Boëly (1785–1858)

Fantasia e Fuga in si bemolle maggiore

Andante in sol minore

Louis Vierne (1870–1937)

da Pièces en style libre: Préambule - Scherzetto - Canzona

Eugène Gigout (1844–1925)

Toccata in si minore

domenica 21 maggio, ore 21:00 | San Luigi dei Francesi

Daniel Matrone

Daniel Matrone

Daniel Matrone è nato ad Annaba (Bône), in Algeria. Pronipote del compositore Giacinto Lavitrano (Ischia, 1875–Bône, 1937), ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte.

Dopo gli studi al Conservatorio di Toulouse, si perfeziona a Parigi con Marie-Claire Alain per l’organo e con Yvonne Lefébure per il pianoforte. Ha studiato inoltre composizione e improvvisazione sotto la guida di importanti maestri tra i quali Maurice Duruflé.

È stato direttore artistico del Concorso Internazionale di Bordeaux dove, dopo essere stato titolare dell’organo di St. Jean de Luz, ha occupato il posto di organista della chiesa di Notre-Dame.

Ha collaborato con musicisti come Meredith Monk o Roberto Benzi.

Numerose sue incisioni hanno ricevuto riconoscimenti prestigiosi (Choc du Monde de la Musique, Diapason d’or, Diapason d’or du siecle nel 2000).

Ospite di Benjamin François nelle sue trasmissioni “Organo plus” di France Musique è stato da questi successivamente invitato ad Algeri a realizzare come organista (Notre-Dame d’Afrique) e come pianista (Centre Culturel Français), due trasmissioni, sempre per France Musique, dal titolo “Sur les pas de Camille Saint-Saëns”.

Organista titolare, dal settembre 1999, della Chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma, Daniel Matrone è Officier des Arts et des Lettres.

Daniel Matrone

L’Orgue et l’Orient
9 pièces pour orgue

Berceuse

Caravansérail

Les Italiens de Smyrne

Procession à Byblos

La porte de l’horizon

L'Antique Cathédrale d’Apamée

Toccata sur une mélodie des Îles Ioniennes

La Fontana del Cardellino

Offertoire pour la Messe sur le Monde

Crediti

Settimana dell’Organo 2017 / X Edizione

direzione artistica: Daniel Matrone

con il sostegno dei
PII STABILIMENTI DELLA FRANCIA A ROMA E LORETO


in collaborazione con


Institut Français


Fabbrica d'Organi Giovanni Tamburini


contempoArs




ingresso libero e gratuito




sito web realizzato e gestito da CONTEMPOARS S.R.L.